Skip to content

Anche qui si sentono le cicale

19 luglio 2015

La notte, nel mio ancoraggio segreto per giorni super-affollati, trascorre placida. All’alba delle sette faccio il mio giro a pesca, durante il quale riesco solo a sfastidiare una bella occhiata, che rilascio. Poi vado a prendere la pizza al forno, che il paese ancora dorme, infine torno in barca, faccio un bel bagno nell’acqua cristallina, in pace, all’ora in cui coatti con i gommoni non hanno ancora fumato la prima sigaretta.
La giornata potrebbe finire qui, e invece ora comincia. Quando il passaggio di motoscafi si fa continuo, muovo per l’Arco Naturale, dove la densità’ di barche è tale che perfino le onde stentano a propagarsi. Stiamo giusto il tempo di un bagno e poi mi sposto: qui non si sentono cicale, ma musiche chiacchiere e fuoribordo.
Zannone è il posto giusto, in questi casi. Il mare tanto è calmo, l’aria quella giusta, un tempo così perfetto da permettere tutto.
Dopo pranzo c’è ancora il tempo per un caffè e un bagno, poi metto Senza Parole sul binario di casa, lei si piega un po’, accelera e annusando la terra con la prua ci conduce al Circeo.

Annunci

From → Uncategorized

One Comment
  1. I am genuinely pleased to glance at this webpage posts which consists of lots of helpful facts,
    thanks for providing these data.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...