Skip to content

Fuga

3 luglio 2015

Qualche volta, a prezzo di un venerdì di ferie, si riesce a partire nella ora in cui il vento si stende e non ti lascia più fino all’arrivo. Una traversata con 3 complici, sempre oltre i sette nodi, che in due ore e mezza ci ha portato a Gavi.
Il grande anticiclone africano, l’ennesimo de ilmeteo, sta prolungando una nuvola che sopra di noi, che pur garantendoci il vento giusto, ci leva il piacere delle trasparenze chiare e profonde di Cala Gaetano.
“Blu”, dice sospettosa la Paciu prima del bagno, poi si munisce di cuffia e s’immerge sgambettando.
La mattonella al Frontone vede le nostre chiacchiere accompagnate da qualche birretta, mentre le melanzane sono in forno e la pasta ancora nella mente della cuoca, se non consideriamo i capperi messi a bagno.
Il sole è calato dietro l’isola, nessuno vuol scendere a terra, sarà bello andare a dormire, tra non molto.

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...