Skip to content

24 – Da Ustica a Filicudi

25 agosto 2014

Al mattino è un attimo, dopo le sirene del Tiziano, che saluta l’isola e la fine della festa. Un attimo in cui decido. Meglio aggiungere altre immagini negli occhi che restare ancora su quest’isola splendida. Se si può stare, allora si parte, mi dice Matteo appena alzato, e’ questa la cifra del velista.

Il piano e’ fare Filicudi, come previsto, poi metterci una infilata di isole senza stop notturni. Salina, Panarea, boa Stromboli al buio, quindi rientro verso Nord su Capri o Ischia. A quel punto potremo dormire e il giovedì fare Ventotene o Ponza e poi Circeo.

Quindi mi alzo, metto i pantaloncini da lavoro, quelli ornati da molte gloriose medaglie, che PJ considera semplicemente "sporchi". Una maglietta già usata, che levero’ a San Felice. Esco in pozzetto, e, passando, accendo gli strumenti.

Sono le sette meno un quarto, so di trovarlo al suo posto. Nella caverna della ricarica ARA, ornata dai graffiti di mare che ha dipinto per accogliere meglio gli ospiti dell’isola: pittore spontaneo. Un cenno ed è subito in banchina.

Slaccia il legame che ci lega, e’ un momento di commozione e riconoscenza, da parte di entrambi, che Andrea suggella con un gesto della mano e con parole cariche di poesia e malinconia: "Ciao".
Senza Parole avanza sotto il peso della catenaria, nella calma trasparente del porto di Santa Maria, Ustica. Lentamente vado a prua e salpo l’ancora, quando è su, vedo che PJ si è alzata, è al timone. "Namooo!".

Fuori, aliamo fuoribordo e tender, via parabordi, cime e altri impacci, torniamo ad essere una barca dopo aver rischiato la trasformazione in albergo.
E si va.
Ieri sera, avevamo cenato ottimamente da Angelo, hotel Ariston. Una terrazza che che è la prima che si vede dal mare, con sotto la scritta "BENVENUTI AD USTICA". Tipo EEA a Ponza. Poi abbiamo osservato, io con una sorprendente ammirazione, i giochi semipagani in onore di San Bartolomeo, portato a spasso per il paese dai portantini in rosso, fatto correre, girare, saltare. In ultimo piazzato davanti alla Chiesa, con un uomo arrampicato a sollevare i ragazzini (Bianca inclusa) per permettergli di baciare il Santo.

A seguire la spiacevole, ma inevitabile e suggestiva, faccenda dei fuochi d’artificio. Li sparano dalla banchina, ed è obbligatorio uscire dal porto. Ci piazziamo fuori, veniamo ulteriormente spostati fuori dalla CP, poi dall’aliscafo Tiziano, decine di barche che si incrociano nel buio. A mezzanotte, i fuochi. Lunghissimi, bellissimi, i comuni saranno in crisi, ma a certe cose non rinunciano.

Rientriamo ordinatamente nelle posizioni in cui eravamo, aiutati in banchina dal solito bundle di ormeggiatori ufficiali e Andrea.
Ora invece ci allontaniamo da tutto questo, con un mare lungo innocente e un maestralino leggero che presto mi permette di spegnere il motore.
Abbiamo 68 miglia per Filicudi, un po’ meno per Alicudi. I tempi sono maturi per un poco di prelievo ecologico. Parto con due canne, ma dopo un’oretta in bianco, schiero anche la terza, con un kona Williamson di una serie comprata per i Caraibi. Enorme e colorato di arancio e verde, lo metto e dopo poco arriva, sulla canna accanto. "PESCEEEE!" Il grido mobilita PJ, ma ha anche il potere di far risorgere Matteo, ingavonato di sotto "a far dormire Bianca". E’ un alalunga sugli 8 kg, stimo. Sfiletto, un filettone e le uova finiscono sotto sale, un altro filetto va per pranzo, il resto ci divertiremo nei prossimi giorni.

Proseguiamo, spesso e volentieri aiutati dal compagno giapponese di sotto. Tiriamo diritti ad Alicudi, che non invita affatto. Punto la Canna, poi costeggio e finalmente si scopre un po’ di ridosso a Pecorini a Mare. Tante barche, tante casette, tanto verde. Dopo tanto mare, ci piace.

Ancoro su 15 metri al limitare del campo boe. E mi tuffo nel blu.

Annunci

From → Uncategorized

One Comment
  1. Gommonauta permalink

    Pfiuuu’…. In extremis evitata l’imbiancata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...