Skip to content

24 ore e non molto di piu’

19 luglio 2014

C’e’ un ora magica di risveglio che rende tutto il resto rapido: sono le sei. Le cinque no, che poi arrivi troppo presto e il supermercato e’ chiuso.
Invece, le otto implicano una infilata di ritardi, dal traffico sulla Pontina alle code sulla litoranea, la sosta cappuccino, la fila al banco del pane, poi alla banchina del carburante. Tutto sotto al sole di una giornata finalmente estiva come quelle di quando l’estate durava una stagione intera.
Facciamo tardi: la barca e’ in rotta fully equipped con randa fuori e tre canne che e’ oramai la mezza, roba da pazzi. La prua e’ su Zannone, che oltre arriverei per notte. Il Ponente tarda. Smotoriano sereni, osservando i motoscafi sulla linea Badino-Palmarola attentare alle mie lenze.
Zannone si conferma oasi di pace nelle giornate piu’ affollate. A sera zigzago tra gli scogli che ci separano da Ponza, per vedere se e’ proprio vero che abbiamo gia’ pescato l’ultimo pesce. E’ proprio vero.
Ancoro al Core, visto il Frontone e la sua folla, mi tuffo e saluto il giorno che va via.

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...