Skip to content

Lunedi

2 giugno 2014

Palmarola, Cala del Porto. Ci si arriva in serata, facendo la giusta vela. Si sta bene, ogni tanto si rolla un po’.
Nella notte, sempre di piu’. L’atteso Levante, che raddrizzerebbe il mio legno al mare, tarda. Mi sono ridossato qui inutilmente.

All’una mi alzo, accendo le luci di navigazione e salpo. Giro l’isola, mi fermo subito, allo Spermaturo, in una calma impensabile fino a pochi minuti prima.

Al mattino entra, prima sostenibile, poi da spostarsi. Anda e rianda, torno a Cala del Porto, dove la discreta onda della notte e’ spianata dal Levante. Nell’aria sbrilluccichina del mattino, caliamo il ferro e aliamo la colazione. Si sta bene, ancora un po’ freschi.
C’e’ tempo di scalare la roccia di Palmarola, fino al passo. Dopo lo Scoglio di San Silverio ieri, i miei amici conquistano un’altra vetta. Quando li riprendo la spiaggia del Francese offre un’acqua immacolata e chiarissima, quella dei giorni migliori. Ce ne andiamo, uscendo a vela, e pranzando sulla via, che i treni non aspettano.

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...