Skip to content

Arbitru e Roccapina

15 agosto 2013

Miracolo d’una caletta, sembra piccola e invece si trova posto, sembra esposta e invece ridossa. Fuori la houle da Ponente e’ ancora un metro, e qui s’e’ dormito immobili e freschi. Io sono felice di aver azzeccato la strategia meteo, pare che ieri notte all’uscita est delle Bocche abbiano registrato raffiche fino a 47 nodi, poi stamane all’alba il grecale li ha sbattuti giu’ dal letto.
Ricetta di ieri: crocchette di dentice: ho mischiato patate lesse e avanzi di dentice in parti uguali, aggiunto 2 uova, parmigiano, sale, pepe, cipolla soffritta e un po’ di timo.
Infarinato, che pan grattato non ne avevo, e fritto. Servito con solite salsine di cipolla caramellata e salmoriglio di capperi, che avevo da parte. Bone.
Al mattino, molte barche escono. Da queste parti la stragrande maggioranza sono barche a vela. La spiegazione e’ semplice, non ci sono porti a tiro, il motoscafaro tipico la sera torna in porto, salvo casi eccezionali. Invece il velista gli e’ complementare, di giorno gira, cerca un ancoraggio per la notte o per il pranzo. Qui questa cosa e’ estremamente visibile, ad una certa ora escono tutti, li vedi poi sveleggiare paralleli alla costa, ogni tanto cercarsi un buchetto, una crociera, insomma, non una villeggiatura con barca d’appoggio.
Usciamo dopo lunghi bagni. Qui fuori pescai, lo scorso anno, cosi’ ho gia’ in mente le passate. Lascio il monel al prof, abbiamo qualche falso allarme, poi tariamo bene il fondo da dare e… il prof si mette ad armare una seconda canna, distraendosi… proprio adesso che il fondo salta da 20 a 17. Lo convinco a recuperare qualche metro, lui abbandona la montatura a galla che stava organizzando, da’ qualche giro al mulinello e lo vediamo farsi serio. Mi chiede di rallentare. Io gia’ so, ma tutti sappiamo, ci organizziamo in silenzio e siamo pronti ad accogliere la sua prima cattura, un bel denticiotto da un chilo che per ovvia trasformazione battezziamo da due e mezzo. Felicita’ diffusa. Poi proseguiamo, calo io una lenza a galla che prende due occhiate e fa solo casino, poi prendiamo la rotta per Roccapina e, come lo scorso anno, ariparte la canna su 30 mt di fondo. E’ un denticiotto piccino, lo sento venire, lo sottovaluto, alla seconda fuga combatte di piu’, smusa e se ne va. Bravo lui, pollacchiotto io che dovevo ferrare la sua partenza debole.
A Roccapina ancoriamo nella risacchetta, ci avviciniamo a terra, entra una ondina da fuori malefica, pare da Sud. La cosa interrompe la gara di pesca con PJ, sul parziale di 1 ad 1, un gommone a testa, il solito laziale che ci ha preso le lenze.
Vabe’, ora il dentice e’ in forno con le patate, non voglio farmi rovinare la cena da un poco di rollio.

Annunci

From → dentice, Ricette

One Comment
  1. Gommonauta permalink

    Ma sbaglio o Lamma sti 50 nodi di NO non li dava nelle bocche, quindi non sono mai esistiti?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...