Skip to content

Arco e Zannone

19 luglio 2013

Notte tipo albergo, nel quadrilatero di boe prospiciente il porto ponziano. Giusto aver cambiato tre ancoraggi, l’ultimo per il classico, inevitabile, sbattere alla boa con la murata degli ormeggi troppo al pelo. All’alba mi alzo, giretto a pesca col tender, vincono i pesci 1 a zero per loro, che ho perso uno Yozuri al minuto uno. Non si prende piu’ nulla! Gli attrezzi con i quali tiravo alle ricciole e il barracuda era un ripiego, non pescano piu’ neanche le occhiate o le lucertole. Occorre uno shift nella tecnica, purtroppo l’innovazione e’ cosi’ lenta che perfino i pesci evolvono piu’ velocemente di noi homini piscatores. Nel frattempo, torno in barca, prendo il portafogli e vado in porto a comprare pane fresco e pizza.
La giornata segue il protocollo standard, un bagno all’Arco Naturale, alle 12 navigazione verso Zannone, alle 15 si salpa per San Felice. C’e’ Ponente, alla fine ha girato. Si vedeva benissimo che non ne aveva voglia, cielo velato, scirocco fino all’una,temporali a terra. Ma Lamma ha comandato e cosi’ ha da essere. Almeno fino a quando non scenderanno i centesimi di mm di pioggia previsti da ilmeteo gia’ 5 gg fa e che ora sembrerebbero anche possibili.

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...