Skip to content

SS Pietro e Paolo

29 giugno 2013

Da sempre weekend obbligato dei romani, costretti dalla santita’ dei patroni a celebrare la festa andando “apponza”.
Moltitudini di gruppi, recanti casse di prosecco, casse di vino, casse altoparlanti, si imbarcano in larghi catamarani che a turno approcciano il molo del benzinaio. Tutti noncuranti la maledizione del Dio Lamma, che evidentemente mal tollera queste manifestazioni di religiosita’ alternative, e per oggi ha disposto un bel NW6 con macchie 7 per il pomeriggio.
Le mie ospiti arrivano ieri, dopo il primo sonno, intorno a mezzanotte. Un gruppo di amiche di varie parti d’Italia, tutte unite dallo stesso Santo Patrono, deduco.
Checkin un po’ impastato, scelta della cabina piu’ grande, vince il piu’ corto tra gli stecchini “contro ogni legge di natura” dice Laura, la piu’ tosta del gruppo.

Stamane, partenza ore 6,15, ad evitare il mare che si alzera’ nel pomeriggio. Sorgono fuori abbastanza presto, che c’e’ risacchetta di ieri, da SW. Vento ancora poco, da N, poi piu’ fuori si angola un po’ piu’ da NW e mi permette di stendere tutta la tela disponibile, sempre spinti dal fedele Yanmar, che gia’ mi sono perso mezzo equipaggio e non e’ il caso di fare i puristi.
Destinazione: Ponza. Famola facile, niente Palmarola, niente altre navigazioni serali. Le porto al Frontone e saranno felici, penso.
La prima che parte e’ Simona. Paola la assiste, impavida. “Stai bene?” Le chiedo. “Si si, non diciamolo, magari”. Tempo 2 minuti, e’ oltre la battagliola pure lei.
Poi s’alza il vento, le onde si dispongono ordinatamente al traverso, piano piano spengo, faccio 6 nodi circa, qualcuna s’addormenta, altre si copertizzano, diciamo che si rilassano quasi. Passo Gavi che sono le nove e qualcosa, un record di prestizia.
M’ancoro a Cala Gaetano, c’e’ solo Piero accanto a me. Ma non va. Laura ha una faccia contratta tipo Gattuso in un derby. Non si scolla dalla sua panca. Mangia qualcosa, spero si sblocchi, ma alla fine si punta sull’opzione Frontone.
Cosi’ le depongo tutte, solidali, sulla spiaggia. Fanno tre metri ad allontanarsi dalla riva, li’ si piazzano e trovano pace.
Io torno a bordo, mi dedico ad alcuni lavoretti, tipo sistemare la rete alla battagliola, sbloccare l’arridatoio della stessa, gonfiare un poco il tender, lavare le tazze, farmi un panino o due, una birretta o due, insomma mi godo la pausa a modo mio.
Poi arrivano Giuseppe e Francesca, ancorano vicino, e sono chiacchiere da loro, sempre carini. Su Saari mi arriva il messaggio di Gattuso: “Ciao Francesco, abbiamo fame ma temiamo che mangiare sulla barca ci dia malessere. Ti spiacerebbe portarci sulla spiaggia un po’ di cibo? Tipo acqua, pane e pizza, prosciutto, mozzarella, pomodori,frutta?” Mi prodigo in inedita veste di caterer, (o cateter) e volo in tender tupperware munito. Le trovo tranquille e felici del cibo, meglio cosi’.
Squilla il telefono, mentre ero in pozzetto steso a meditare sui destini del mondo. E’ PJ, lasciata a casa e organizzatasi con un gruppo d’amici per venire proprio qui a Ponza. La vado a prendere, sale a bordo a fare marcare il territorio e le faccio un pane e nutella che dice a bordo manca la cioccolata.
Poi la riconsegno alla barca di sconosciuti, sperando che ne abbiano cura, ma non troppo.
Infine riprendo le ragazze, tento un ancoraggio nella rada del porto, mi ricavo uno spazio parallelo alla barca perennemente ancorata a prua e poppa, sul lato Nord del quadrilatero di boe.
Qui si sta bene, in quanto a vento e mare calmo, solo che i brandeggi impazziti mettono un po’ spavento, poi ci sono i fenomeni tipo questo che ha appena intraversato un catamarano enorme sulla linea d’ancoraggio di una povera vela. Tocchera’ stare vigili, ma Gattuso sta bene e tanto mi basta.

Annunci

From → Uncategorized

2 commenti
  1. Tania permalink

    Sono mesi che ho del Dramenex da darti!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...