Skip to content

Weeeee

18 maggio 2013

Secondo weekend di previsioni non splendide, per cosi’ dire. Scirocco al sabato, fino a 5, 6 a sud di Ponza, rotazione a ponente a mezzanotte, previsto 4. Mare molto mosso, massimo alla domenica intorno ad 1,6 metri.
L’analisi coraggiosa dice che con il sud est si puo’ anche dormire nella rada del porto di Ponza, non e’ il massimo, ma si puo’. Cosi’ da ridossarsi dal ponente notturno. La vera ideona sarebbe starsene al letto, ma e’ il secondo weekend che non muovo la barca di fila, e non me lo concedo. Al limite si fa day cruising.
Sveglia alle 6, alle 9 siamo in banchina, alle 10 fuori dal porto. Nessuno esce.

Battezzo il vento Levante 18 nodi e mi cautelo con mano alla randa e un po’ di genoa rollato. Il mare non e’ ancora troppo alto. La barca va. Fa fresco, ci vuole minimo la felpa. Tengo le scarpe.e penso, ma dove andiamo?

Si potrebbe fare boa Zannone e rientrare.
O giornata a Cala dell’acqua e rientro in serata. Ho anche pensato di ancorare dietro il Circeo, davanti Saporetti, per un po’ di relax, per dire che in barca s’e’ usciti, e rientrare in serata a casa moderatamente soddisfatto. Intanto, son quasi a mezzo canale, Senza Parole fila a 7,5 nodi di media.
Proseguo, prua su Zannone per tenermi alto, dovesse entrare lo scirocco previsto.
Mentre mi avvicino, faccio fatica a pensare di poggiare per ancorare a Ponza. Zannone sia. Mi devo mettere ad Ovest del faro, ci si puo’ ancorare su una quindicina di metri di fondo, in un fazzoletto di relativa calma.
Funziona! Si riesce a pranzare tranquilli, in ovvia totale solitudine (devo avere qualcosa che non va, per ritrovarmi cosi’ spesso da solo).
Verso le 3 il vento e’ calato abbastanza da impostare una traina leggera sottocosta, senza frutti. Tra lo scoglio del Mariuolo e l’isola una groppa grigia scura e lucente esegue una capovolta, tra qualche spruzzo. Faccio appena in tempo a scorgere la parte finale della manovra, con la coda dell’occhio. Non sara’, ma sarebbe molto bello, se fosse una foca rediviva. La manovra non viene ripetuta e si resta con il dubbio, che se anche foca non era, il pesce era grossino assai.
Poi bonaccia ancora, al punto che i piani di rientro in serata richiederebbero una smotorata. Ma restare e’ una scommessa, Lamma prevede fino a forza 5 di scirocco, che non sia mai si tramutasse in Levante. Cosi’, tentennando nel solito Should I stay or should I go, decido per restare. La rada di Ponza ci accoglie placida e semideserta: 4 vele e 2 motoryacht. Calo il tender ed esaudisco il desiderio di PJ: la porto a pesca.

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...