Skip to content

Acqua e vento

5 maggio 2013

La serata di ieri s’e’ srotolata comoda, apertivo al Tripoli in piacevole compagnia di Saari, monologo del babbonatale con canetto che imperversa sull’isola, occhiata spadellata con pomodorini e olive e a letto presto.
Sogno: sto entrando in porto a Ponza ma non si sa bene per quale ragione, armo il windsurfer e decido di proseguire con quello, seguendo Senza Parole. Solo che poi non ce la faccio a raggiungerla in tempo, PJ e’ in cuccetta a dormire e a me non resta che osservare SP che si spiaggia lentamente in una cala. Nel sogno, spero che sia di sabbia e non di ciottoli (difficile). Penso: adesso vado li’ e con PJ la rispingiamo giu’, bisogna solo fare attenzione che non ci cada addosso. PJ nel frattempo è uscita, inviperita per la botta.
Fine del sogno. E’ che ha cominciato a fischiare il vento, poi piove, poi ancora vento. Poi si placa tutto, verso le 9 si esce a pesca, spesetta a terra, poi lentamente manovro per salpare.
Guaietti: la randa non va su, gli ultimi garrocci sono usciti dalla canaletta. Con pazienza li rimetto dentro e sistemo il fine corsa (questo e’ un regalino dei rigger).
A randa su, metto PJ al timone e vado a levar ancora. Dopo pochi metri, vedo Senza Parole bella spedita dirigersi verso Saari. PJ mi chiamava da un po’ ma io non sentivo. Per fortuna, riesco a gesti a comandare tutta barra a dritta e una retro di sicurezza. Sembriamo usciti senza danni, esco tutto il genoa sereno, quand’ ecco che entra il Vento. 20, 24, 25 nodi di groppo scuro, di colpo. Uffa. Ok, sono sottovento all’isola, sono raffiche, ma mica posso tenere tutta tela cosi!
Riduco il genoa ad un fazzoletto. Poi mi ricordo che la randa mi scende bene anche se non metto prua al vento, cosi’ mollo drizza, recupero la borosa, aggiusto tutto a scotta lasca e riparto con una mano di terzaroli. Fino a Gavi occorre fare attenzione alle raffiche, mi tengo bello largo per non finire nelle calme sotto il capo. Poi cerco un passaggio tra le Scogliatelle: la prima e’ esclusa, punto la Piana di Mezzo, ma non riesco a tenerla sottovento, alla fine mi infilo tra questa e lo Scoglio Grosso. Scapolo Zannone, non senza apprensioni a causa dello scarroccio. E’ maestrale, lo tengo in bolina, facendo prua per Terracina. 22-23 nodi max. Si va, a 6 nodi circa, in sicurezza.
A 6 miglia dalla costa, il vento scende un po’ e mi da’ buono. A vele piene, recupero 30 gradi di prua e vedo il porto poco a sinistra dello strallo. Poi ancora buono, entro a vela o quasi, giornata ideale.

Annunci

From → Uncategorized

4 commenti
  1. Matteo permalink

    Sempre bello leggerti.
    Curiosità: com’è costituita la tua linea d’ormeggio per le notti in rada?

    • Caro Matteo, ti ringrazio dell’apprezzamento. Io sono un talebano dell’ancoraggio, in particolare, un talebano tirchio. Nel senso che la mia linea non sara’ mai consigliata da alcuno, ma per me va bene, e costa poco. Io mi sono tarato sul 99% degli ancoraggio che effettuo, che sono su sabbia, su un fondale sotto i 10 metri, di solito massimo 5. E’ il fondo che trovi nelle Pontine ed in Sardegna e Corsica, i posti che frequento piu’ spesso. Premesso cio’: l’ancora e’ una Britany d 16 kg, venduta da Plastimo e standard sui Beneteau come il mio. Costa tipo 80 euro, forse meno. Ho problemi solo sui tappetoni di alghe che si trovano a volte nelle cale profonde, tipo Cannigione. Li’ l’ancora strappa la zolla e tiene poco. Ma non so quale ancora farebbe di molto meglio. Doppio grillo inox e snodo di origine non chiara. Il doppio grillo serve a formare con lo snodo un giunto cardanico, che impedisca sforzi sulle guance dello snodo. Catena del 10, lunghezza 35 metri. Cima credo da 18, impiombata alla catena, lunghezza 50 metri. Le rarissime volte che ancoro su fondo oltre i 10 o che devo tenere un tempo duro, mollo anche un po’ di cima, che attenua anche gli strappi. Tutte le altre volte 25 metri di catena vanno bene. L’ancoraggio misto fa rendere al meglio il peso della catena, perche’ piu’ e’ spostato verso il fondo e piu’ tiene l’ancora orizzontale. In altre parole tra 50 metri di tutta catena e 15 di cima +35 di catena in fondo, la forza che serve per spedare l’ancora e’ praticamente la stessa, ma hai risparmiato quasi il 50 per cento di peso.

      Ciao

  2. michele permalink

    Ciao Francesco, era un po’ che non ti leggevo e sono tornato a farlo con piacere come sempre!
    Anch’io ho la gloriosa Britany da 16 kg (leggermente modificata con il flessibile per aumentare l’angolo massimo delle marre rispetto al ceppo e farla “incastrare” sul mio musone). Anche per la linea d’ancoraggio usavo la stessa tua formula: dico “usavo” perché dopo una notte di maestrale a 72 nodi (!!) a Porto Palma con gli scogli a 200 metri a poppa, passata per la maggior parte al timone con motore a 1000 giri per contrastare il brandeggio, ho deciso di mettere 75 metri di catena del 10!
    Hai ragione a dire che il tessile attutisce gli strappi ma il peso della catena lo fa ancora meglio e ti assicuro che sentire i “lamenti” della cima sotto raffica era da brividi!
    Quindi, barca più pesante a prua, ma meno stress all’ancora quando il vento fischia!
    Complimenti sempre per le ottime catture; io mi sono equipaggiato con canna e monel seguendo i tuoi consigli ma ancora non le ho “bagnate”!!

    • Caro Michele,
      hai ragione, non credo che passerei la notte sereno sotto 72 nodi di maestrale, con la mia linea. Forse con nessuna linea! Per questo mi sono tarato per stare comodo tutte le altre volte, e’ una scelta.
      Che implica altri compromessi, tipo che quando le previsioni superano forza 5, e’ conveniente allontanarsi dalle Bocche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...