Skip to content

E’ tempo di migrar (Senza Parole verso Fiumara)

17 febbraio 2013
Img-20130217-00248

Uno osserva le previsioni per tutta la settimana, rimirando il sole pieno per l’insolita accoppiata domenica-lunedi.
Poi alla mattina s’alza per andare a mare e il tablet ti sbatte la “tripla” de ilmeteo.it in prima pagina. Sole, nuvola, pioggia. Ma come, ma checcazz…
Prendi il treno, il prestigioso Freccia Marrone che compila la tratta Roma-Priverno Fossanova in 49 minuti. Li’ gia’ capisci. Roma nel sole, piana pontina immersa in quella foschia bassa che ha il potere di tramutarsi in Vera Nuvola quando si imbatte nel monte Circeo. Io prendo le chiavi, PJ fa cambusa di pizzette e M&M’s al bar. Saluto tutti, mollo e faccio gasolio. Non troppo che devo alare. E lascio San Felice che sono quasi le undici.
Tempo di calare le canne ed e’ subito gocce di umidita’ condensate che fingo di ignorare finche’ non se ne accorge PJ.
Allora apro il tendalino, bene, che girando la montagna mi imbatto in un fenomeno atmosferico naturale che potrebbe andare sotto il nome di Vera Pioggia.
Il progetto, a lungo rimandato, e’ di far fare a Senza Parole un poco di invaso, cioe’ tirarla fuori dall’acqua e tenerla in secca, avvicinandola a casa per far fare e fare un po’ di lavori a lungo progettati.
Ho dimenticato la lista a casa, vedi a scrivere le cose sulla carta e non sul blog? Quindi, mentre piove a rotta di collo, mi accingo a rifarla a memoria, per il vostro piacere.
– antivegetativa e pulitura murate
– controllo cuffia asse
– sostituzione prese a mare motore e asse e controllo delle altre
– controllo avvolgifiocco e tensione strallo (sblocco arridatoi ed eventuale sostituzione strallo)
– sostituzione perno di ancoraggio delle lande, ossidato
– tagliando motore
-ricucitura fascia anti UV del genoa
– rifacimento Teak pozzetto e sopratutto plancetta di poppa
– ricucitura tendalino
– sostituzione bottazzo in teak e relative bitte (qui devo decidere se rimettere quelle uguali che rischiano di ridare lo stesso problema di ossidazione che finisce per spaccare il teak)
– sostituzione scotte genoa, forse anche drizza spi e tendi base randa
– sostituzione fanale di via verde
– pulizia calcare tubi cucina e doccetta
– e altro che certamente ho scordato, ma che verra’ fuori.
Vorrei far tutto in un mese, uno e mezzo al massimo, a costo di lasciar fuori qualcosa. Spero di poter fare qualcosa anche in mezzo alla settimana, avendo la barca a mezzora da casa.
Intanto, eccoci a Torre Paola. Pioggia finita, verso Anzio si vede il sole, intravedo gente abbronzata fare il bagno al Tirrenino, la Montagna ha voluto bagnare il mio addio.
La canna ha un sussulto, poi nulla, dovrei controllare, il Maestro lo farebbe, ma io invece sono discolo e prendo tempo.
Verso l’una, la canna sgrana 5 scatti di cicala, ancora. Un sospetto che si conferma osservando l’acqua, piena di medusoni bianchi.
Arrotolo il tendalino, oramai asciutto. Il sole si allarga in pozzetto, nella calma di un vento apparente appena in poppa, sufficientemente blando da escludere ogni velleita’ velistica, mejo che sono pigro.
All’altezza del Lago di Fogliano, abbandono la mia batimetrica preferita e accosto di 30 gradi ad Ovest, per mettermi sulla rotta diretta per Anzio, lo scalo che ho scelto per sbarcare PJ prima di proseguire (domani) per Fiumara.
Davanti a Latina, fondali interessanti, del tutto glabri di pesce. Proseguo. Le secche di Torre Astura come prossimo obiettivo. Esco il genoa, ma non spengo.
Alle 3 e mezza, la Torre e’ a poppa ed il gavone del pesce vuoto. La prossima volta mi do alla vela… 5 miglia per Anzio… Quasi arrivato!
A domani!

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...