Skip to content

Rientro alla civilta’

16 agosto 2012
Img-20120816-01099

Vi risparmio il menu di ieri. Pero’ voglio prendere nota dell’estemporanea tartare di dentice all’arancio sopra le patate, una vera frociata di tortino che ha sortito il giusto effetto sorpresa.
Al mattino, fa proprio freddo. Le barche sono girate con le prue a Levante. Dalla terra si incunea in spiaggia, quindi sulla coperta di Senza Parole il tipico Est delle albe di bel tempo. Mi alzo presto, smangiucchio un biscotto, torno a letto, leggo, sistemo la catena dell’ancora che ora strappa un po’, con questi 10 nodi d’aria.
Poi sento Paolo sveglio, mi tiro su, aliamo il tender, rizziamo il materassino lungo la battagliola (se avete capito solo la parola ‘materassino’ avvertitemi che metto on line un glossario), estraiamo dall’acqua la teglia messa a bagno in mare, partiamo!
C’e’ da andare verso Sud Est una 25ina di miglia, sbarco il Maestro a Palau per il proseguimento delle sue vacanze nel giusto ricongiungimento familiare. Avere l’onore e la possibilita’ di una crociera di 6 giorni con mio fratello e’ stata una grande gioia, cosi’ come e’ lo e’ stata vederlo contento di navigare questi mari, ancora pieni di quei tesori altrove perduti.
Adesso pero’ basta discorsi commoventi: com’e’ che da mezzora si naviga e ancora non abbiamo preso niente? Stanotte ho sognato che avevo gente a bordo, dovevamo navigare, andare da qualche parte e fare una festa, per questo avevo pescato tantissimo pesce, dentici, un pesce spada enorme, altro ancora. Poi il tempo peggiora, il weekend finisce, la gente scende senza festa e io resto con il pesce che non so cosa farmene. Questo tanto per dirvi come sto dopo aver sfilettato la bestia di ieri e per spiegarmi perche’ non ho preso: ho messo solo canne a galla, quelle che in una traversata cosi’ prendono solo se si ha parecchio culo.
Partiamo con vela e motore, poi nelle Bocche spengo… Faccio 4 nodi, poi 5 sistemandomi un po’ e alzandomi 10 gradi, che il vento e’ al lasco largo e debole. A circa 12 miglia, il nuvolone nero isolato che separa Corsica e Sardegna si rivela essere gravido di vento, leggo fino a 20 nodi. Riduco il genoa, mi mangio allascando i gradi guadagnati e iniziamo ad andare sparati sopra i 7. Alla fine, entriamo a farfalla nel canale dell’Arcipelago, Spargi e Maddalena a sinistra e Punta Sardegna a destra.
Bello.
Entro in porto. Secondo il 777 dovrei trovare il benzinaio chiuso, ma ci provo lo stesso. E’ aperto. Pieno di gasolio e acqua. Adocchio la banchina transiti… Mezza vuota. Entro direttamente con la retro con la quale sono uscito dal bunkeraggio, manovra perfetta.
Mi stavo gia’ pre-gustando una serata senza pensieri, quando ecco che per scrupolo chiedo: i transiti vanno abbandonati alle 4, massimo 4 e mezza, che rientrano i barconi delle gite. Raccapriccio. Niente piu’ baretti e negozietti, salutiamo Paolo e ci incamminiamo sotto al solleone verso il minimarket Sisa a fare un minimo di cambusa del fresco. Appena sono caricato di 20 kg di buste, a PJ viene in mente che ha bisogno (“forse”) di una farmacia. La cerchiamo, dove il paese finisce: chiusa. Questa caccia alla farmacia mi ricorda la tedesca lo scorso anno.
Salpiamo, sono le 4. C’e’ 16-17 nodi in porto. Mi devo riposare un po’, do’ ancora in rada. Una Sun Odissey tedesco con due anzianotti compie diverse evoluzioni davanti alla mia prua, poi riesce ad ancorare attaccato, e vabbe’. Westwind, barca americana di lungo corso la vedo sfilare, arando accanto a me. Niente di tutto cio’ mi rasserena. In Sun Odissey e’ imrovvisamente piu’ lontano…avra’ recuperato catena? Uhmmm risposta errata. La traccia GPS di Senza Parole mostra una arata di 5-6 metri, uno zig ed uno zag verso Est che staccano dalle mille righette del brandeggio. Mi sono fermato, ma non mi fido piu’. Ci sono 15-20 nodi, caleranno, ma quando?
Insomma mi muovo. Vado verso Est, mi permo a Porto Palma, mi attacco al gavitello e sto in grazia di Dio. Poi cala. Vabbe’. Peccato. Le notizie di Nura e Tiger li davano ancora ad Isola Piana, Corsica, per noi troppo lontana e sopravvento da raggiungere. Poi pare che Nura avesse una serata danzante proprio a Palau, peccato essere appena venuti via, avevo proprio voglia di fare due zompi.

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...