Skip to content

Qui…

12 febbraio 2011
Img00349-20110212-1327

… giravo su 5-6 mt d’acqua, monel da una parte e canna leggera, con filo 5lb e Maria dall’altra. Partenza! Quale?
E che lo chiedete a fare?
Quella leggera…
La imbraccio, stringo un poco, lo sento.
Ma sara’ roba piccina…
Rallento e imposto la curva.
Devo togliere l’altra canna.
Infilo quella col pesce nel portacanna, intanto il mulinello si srotola sguaiato.
A seimila recupero una 70ina di metri di monel e nylon, la lascio col Viper penzoloni e mi dedico alla leggera. Rallento, curvo, recupero.
Punto fori.
Tolgo manetta, che c’e’ ponente abbastanza per muoversi al traverso, come vela solo la cappottina.
Squilla il telefono, lo ignoro, segnera’ le 12,42.
Viene.
Viene, finche’ vedo il chiarore giallastro, nell’acqua torbida.
Metto il coppo sulla plancetta.
Scendo anch’io.
Poi riparte.
Devo abbassare la canna, che la botta e’ secca, poi allento un po’ la frizione.
Non ho fretta.
Tolgo gli occhiali, il sole e’ momentaneamente oscurato, non servono.
Si ricomincia.
Viene, ma duro.
Vedo la groppa verde scuro sembra.
Ma quando vede la barca riparte.
Sara’ 50-60 cm.
Ho tutto il tempo.
Rivado su. Vedo la girella.
Dai.
Con pompate delicate la avvicino al vettino.
Ammortizzo le musate cedendo con la canna.
Infilo la girella.
Recupero un po’
Riparte, ma il filo fa un rumoraccio…
Cazzo, il penultimo anello si e’ sfilato e il filo fa attrito sul ferro…
Cosi’ la cosa si fa dura… Il filo tendera’ ad usurarsi.
L’illuminazione: con delicatezza, rinfilo l’anello nella sua sede.
Ricomincio. Viene su, lo vedo e se ne ri va…
Non so cosa sia…
Sembrerebbe una lampuga, per come e’ snodata, ma punta a fondo come una ricciola. La punta della coda sembra nera… Il pesce di piatto e’ chiaro, sul giallo verdastro, ma non so quanto e’ l’acqua e quanto lui.
La capoccia e’ spessa, vista dall’alto.
Andiamo avanti un pezzo, ogni volta che la girella entra, l’anello si sposta e ricomincia l’attrito pericoloso.
Il pesce si gestisce, ma quando arriva a tiro di coppo, fa il matto, scarta di lato, e poi a fondo…
Riprovo, sara’ stanco.
Mi muovo verso prua.
Arriva a 20 cm dal pelo dell’acqua.
E’ centrale.
Prendo il coppo.
Scarta di lato, a sinistra.
Tiro, cazzo, cerco di fargli uscire il muso fuori.
Lo vedo bene ora, ma non assomiglia a nulla che abbia gia’ preso.
Sembra un cefalo, enorme.
Intanto nuota, sinuoso e forte.
E schianta.
Schianta il filo, 10 cm oltre la girella.
Lo vedo puntare a fondo, lo saluto con un bestemmione.
Getto il coppo a terra.
Mi levo il cappello per la rabbia e lo lancio nel coppo, chissa’, forse desideravo vedere la rete piena.
Prendo il telefono.
Richiamo.
Sono le 13.12

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...