Skip to content

Quando arrivi, scrivi!

4 ottobre 2010
2010-10-03_ponza_019

Detto fatto.
Dedicato a Davide, che mi segue sempre e che mi ha rivolto l’invito in oggetto e a Luciano che mi ha tirato su.

Annunci
5 commenti
  1. santippe permalink

    grande Com.te. sprezzante del pericolo e delle critiche! (le prossime CORDE che si spezzano sono quelle del lazy jack, stà un pò a vede’..) :-))grazie della dedica comunque!d

  2. Francesco Palombelli permalink

    I lazy jack gia’ sono tutti giuntati! Volevo sostituirli quest’estate durante la sosta a Bosa, ma Nives (amore mio) non li aveva… E fu la fine dell’idillio.

  3. santippe permalink

    petta petta…liaison estiva a parte non capisco che intendi con la "giunta" dei lazy: dalla foto più che altro mi pare di vederli solo annodati ed è per quello che presto si sbriciolano, perché con lo scorrimento le sagolette si consumano! (alcuni ricchi arrivano ad impiegare delle carrucoline ma a me non piacciono, oltre tutto rischi di far danni alla randa, io l’ho fatto da poco ed ho usato invece delle economicissime redancine in resina)

  4. Francesco Palombelli permalink

    <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.0 Transitional//EN"> <HTML><HEAD> <META content="text/html; charset=iso-8859-1" http-equiv=Content-Type> <META name=GENERATOR content="MSHTML 8.00.6001.18939"></HEAD> <BODY> <DIV dir=ltr align=left><SPAN class=630325408-05102010><FONT color=#0000ff size=2 face=Arial>Quest’estate ne ho modificato i passaggi e ho dovuto fare delle giunte. L’attrito fa abbastanza poco perche’ non hanno carico. Anche io ho in programma di mettere le carrucoline e di rinviare a base d’albero (ora sono legati alle seconde crocette, senza rinvio in giu’). Inoltre sto seriamente pensando di passare al copriranda e abbandonare il lazy bag: quello che ho dopo 2 anni ha la lampo rotta, la tasca delle stecche scucita e bucata ed inoltre e’ enorme e forse mal disegnato a causa dei carrelli della randa che fanno un sacco di volume. Per questo devo allungare ancora i lazy jack per arrivare sul boma e allora coglierei l’occasione per cambiare anche le cimette, che sono vecchie.</FONT></SPAN></DIV><BR> <BLOCKQUOTE style="BORDER-LEFT: #0000ff 2px solid; PADDING-LEFT: 5px; MARGIN-LEFT: 5px; MARGIN-RIGHT: 0px"> <DIV dir=ltr lang=en-us class=OutlookMessageHeader align=left></DIV></BODY></HTML>

  5. santippe permalink

    amen.- via il bag che è inguardabile- vai di copriranda (aka "cappa") come le persone serie- lascia perdere le carrucole che costano tanto ed si impicciano con le teste delle stecche in manovra di issata/ammainata e possno far danno, molto meglio la redancia (se vuoi fare il figo prendila d’acciaio inoxz)- metti due galloccette all’albero e rinvia a quelle il lazy dalla seconda crocetta- evitati pure di mettere alle crocette rinvii strani tipo puleggette o addirittura costosissimi rinvii piani, che hanno 4 fori da fare e rivettare e non risultano mai, nemmeno a mister Black&Decker in persona (vai anche li di redancia insomma)- sfrutta alla meglio i punti di aggancio già esistenti sul boma, te ne servono 3/4 (io ne ho messi 3 ed il mio boma credo sia appena appena più lungo), dove non li hai aggiungi un cavallotto inox (foro e rivetto) ma curati specialmente di avere il primo punto di attacco, lato poppa, il più possibilmente vicino alla varea del boma perché il lazy funzioni bene e raccolga la randa come si deve!qui la foto della mia creatura! :-))http://caipirinhatopkapi.blogspot.com/2010/08/easy-lazy.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...