Skip to content

Venerdì 30 luglio, giorno 6

30 luglio 2010
Img01096-20100730-0948

Qui nel profondo Ovest sto osservando 37 nodi in porto. Tre trappe a prua di cui due sarebbero dei posti sopravvento a Senza Parole. Due doppini a poppa e una cima lunga a mezza nave di sicurezza.
Resisteranno le bitte? I grilli della catenaria? I giunti tra cassoni in cemento e le travi de pontile galleggiante? Queste le domande che ogni tanto mi faccio riflettendo sulla situazione in cui mi trovo. Pero’ ne ha fatti gia’ altrettanti stanotte e Lamma dice che alle 15 comincia a mollare, quindi si pensa anche ad altro, sono appena tornato da una corsetta fino in cima a Maddalena, si vede a Sud la Sardegna, a Nord la Corsica, in mezzo un diluvio di isole e scoglietti e calette con l’acqua che da blu incazzata diventa calma e turchese mentre il vento ti asciuga il sudore prima che si formi e ti entra nei polmoni senza che tu debba respirare.

Stanotte verso l’una mi sono alzato, il vento fischiava, l’anemometro segnava oltre 30 nodi, la barca batteva sulla risacca come fossimo in navigazione. Pero’ era cosi’ tesa che non rollava, ho passato notti peggiori, in porti come Ventotene dove la risacca ti fa fare +-20 gradi. Ho rinserrato il lazy bag con uno stroppo, ho avvolto il tendalino, eliminato cio’ che poteva volare… Aggiunto una cima a mezza nave e son tornato a dormire. Il vicino motoscafaro anche si e’ alzato, l’ho visto compiere manovre analoghe… Il campanello d’allarme dei 30 nodi suona per tutti.
Al mattino spezzetto un po’ di alalunga per i gatti, e mentre faccio il caffè proseguo la lavorazione del tonno. Ieri ne ho bollito un’altro filetto, che e’ ora di far asciugare fuori. Sopratutto procedo a legare gli altri due filetti che e’ qualche giorno che occupano uno dei due lavabi, sotto sale. Ieri ho finalmente comprato lo spago, cosi’ appendo un filetto alla volta al cielino dela dinette e seduto sul divano inizio le legature trasversali. Lulu’ mi osserva ammirata, ma non devo far cadere un pezzo di spago giu’ che c’e’ qualche altro gatto pronto a impadronirsene…
Alla fine sono soddisfatto del lavoro, i filetti sono gia’ asciutti esternamente e immagino che appenderli fuori con 30 nodi di maestrale secco equivalgano a giorni e giorni di essiccazione normale, cosi’ preparo due gancetti con il fil di ferro e li appendo alla battagliola, a prua. Tra una settimana pare che si possano cominciare ad assaggiare.

Finisce un serbatoio dell’acqua, mentre preparo il tubo per riempirlo ho l’illuminazione di provare ad usare l’attacco per l’acqua diretta, che il precedente proprietario aveva predisposto e che non ho mai avuto voglia di usare. E’ a poppa, un banale attacco rapido tipo gardena, ci infilo il tubo che proviene dalla colonnina, aperto. Il tubo confluisce nel “flauto” dove convergono i serbatoi e mette in pressione l’autoclave e tutto il circuito cosicche’ si puo’ spegnere anche la pompa. Mi chiedo se possa essere usato come sistema anche per riempire rapidamente i serbatoi.
Vabbe’. Poi corsa, doccia, spesona dal mitico Dettori market amichevolmente pronunciato Dettorri, che fa più sardo. Diamo uno strappo anche al vicino motoscafaro, che Gianni ci ha prestato la sua auto e ci sembra il minimo condividere il privilegio. Compro una bottiglia di questo mitico Capichera, bianco di Arzachena del quale sento parlare e che voglio assaggiare (sperando che non mi piaccia, visto il prezzo).
Pranzo a bordo con questa simpatica senzazione di stare navigando in porto.
Poi alle 16 pulman, in 5 minuti si arriva in porto, shopping estremo che culmina in un acquazzone improvviso che mi fradicia la barca, i cuscini, il tonno ad essiccare.. E anche la dinette, che un paio di oblo’ erano aperti. Pazienza! Ci consoliamo a cena alla ‘Locanda del Mirto’ in cima all’isola, dove si mangia il porcetto, quantomai adatto con il freddo che fa.
Intanto ha finalmente bonacciato, dormiremo alla grande e domani vela per Castelsardo!

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...